Home / Blog / Archive by Category "Editoriali"

Archives

L’arte del nodo di Mario Paolo Caiazzo

23MG_0251
 IL PIACERE DEL NODO   In generale, avere un nodo in gola non costituisce un piacere ricercato dagli individui, tanto meno dall’ Homo Elegans. Tuttavia nel mondo onirico della cravatta le cose stanno diversamente. Un nodo ben fatto e abbinato, anche alla propria personalità, rappresenta un piacere ed un’emozione. Le scelte che ogni mattina ope ria m o ne l guardaroba  , indipendentemente dalla professione svolta, rappresentano un termometro dello stato d’animo. Pensiamo alla camicia, alla cravatta stessa, al vestito, all'ammaestramento della pochette, alle scarpe,  alle  calze,  alla  sciarpa,  al cappotto, ai gemelli, al cappello. Ogni elemento  ha  un  suo  perché  e tutti dovranno convergere verso un’armonia d’insieme. In questo palinsesto di abbinamenti, il nodo della cravatta richiede una manualità che offre l’opportunità di creare e differenziarsi....

L’AVVOCATO AL “X ENCUENTRO AMIGOS DE PARTAGAS”

L'Angolo de L'Avvocato

di Venanzo Bruzzechesse Giunto alla sua decima edizione, l’”Encuentro Amigos de Partagas” è un evento dedicato ai più raffinati intenditori di sigari e rum in Italia e, allo stesso tempo, un’occasione straordinaria per avvicinarsi alla cultura e ai sapori della vita cubana. Organizzato dal Cigar Club “Alejandro Robaina”, l’evento si è svolto, come ogni anno, nella città marchigiana di Matelica, che ha accolto oltre a Josè Castelar Cairo, uno dei torcedores più abili di Cuba, e Olga Beatriz Pimentel, ambasciatrice cubana in Italia, anche associazioni vicine all’alma de Cuba provenienti da Stati Uniti, Messico, Canada, Gran Cayman e da vari Paesi europei. Una kermesse dal respiro internazionale, dunque, a cui L’Avvocato ha voluto presenziare per offrire una giusta vetrina ai suoi capi di abbigliamento e,…

COME ORGANIZZARE IL GUARDAROBA

COME ORGANIZZARE IL GUARDAROBA- Cabina armadio a porte scorrevoli

Se aprendo l’armadio quello che vi si prospetta davanti è il caos, allora è chiaramente giunto il momento di riorganizzare il vostro guardaroba. Il primo passo è sapere tutto quello che avete stipato nel vostro armadio negli ultimi anni e, per saperlo, l’unica cosa da fare è svuotarlo completamente. Quasi sicuramente, vedrete riemergere da cassetti e ripiani degli indumenti dismessi, di cui avevate dimenticato l’esistenza, abiti deteriorati o ormai passati di moda. A questo punto, spetta a voi la decisione di tenerli, in nome dei vecchi tempi o di un legame affettivo con la propria maglietta preferita oramai sdrucita – in questo caso, sappiate che non vi libererete mai del tutto della confusione del vostro armadio – o di buttarli una volta per tutte. Nel…

“Il ritorno dell’avvocato” Monsieur n.143 febbraio 2015

IMG_2354

L’avvocato Agnelli diventa un blog. L’idea è venuta a  Venanzo Bruzzechesse, commercialista attento alle  innovazioni e appassionato di stile, che nel 2000 ha messo  on-line il sito www.l-avvocato.com, diventato nel 2014  anche un portale di e-commerce. «Il mio obiettivo è  promuovere il lifestyle inteso come made in Italy.  Insomma, il culto del bello», racconta Bruzzechesse, che  gestisce anche le piattaforme online www.orologi.com e  www.italianshoes.com, da lui ideate. Il nome L’Avvocato, ça  va sans dire, è ispirato proprio a Gianni Agnelli, visto dal patron come icona di eleganza italiana dell’ultimo secolo. «L’eleganza per me è quella della tradizione classica. Sta nell’essere, non nell’apparire», prosegue Bruzzechesse. «La nostra attività consiste nel pubblicare settimanalmente articoli sullo stile e commercializzare accessori unici e in edizione limitata con il nostro…

Moda Uomo, facciamo il punto

Giorgio Armani FW1516_#07

Abbiamo avuto bisogno di tempo per fare un resoconto dell’ultima Settimana della Moda Uomo. Abbiamo avuto bisogno di sedimentare le idee, di metabolizzare quello che abbiamo visto in passerella, con calma, per evitare di dare giudizi troppo affrettati. Solo che l’opinione a freddo, a distanza di tre settimane dalla conclusione della kermesse di moda meneghina declinata al maschile, non è poi tanto dissimile da quella avuta a caldo. Sulle passerelle delle più importanti maison abbiamo visto un uomo decisamente sui generis. Dopo molti anni in cui il rigore e l’austerity, complice forse la crisi economica, i tempi bui e il bisogno di certezze, l’hanno fatta da padrone, ha fatto capolino un uomo la cui idea di eleganza – ci sentiamo di potere affermare – è…

Milano Moda Uomo Autunno Inverno 2015/16

milano-moda-uomo

Non abbiamo ancora fatto in tempo a smaltire cotechini e panettoni che già la moda chiama alle armi. E così Firenze, concluso Pitti Immagine 87, passa il testimone alla capitale della moda, Milano, che dal 17 al 20 gennaio ospiterà le collezioni della Men Fashion Week. Il calendario, come sempre ricco di eventi e sfilate, aprirà le danze con una chicca stasera, 16 gennaio, quando i gemelli Dean e Dan presenteranno l‘autunno inverno 2015/2016 secondo DSquared2. Il primo giorno ufficiale vedrà, poi, protagonisti i migliori marchi del Made in Italy, orgoglio e vanto dell’Italia nel mondo, Corneliani, Ermenegildo Zegna, Costume National, Andrea Pompilio e Versace, insieme a Jil Sander, Neil Barret, Philip Plein e John Varvatos. Domenica sarà la volta di Bottega Veneta, John Richmond, Missoni,…

Pitti Uomo 87: Walkabout

1.WalkaboutPitti_byOlivieroBaldini_TemaGenerale_Gennaio20154-950x514

Si parla molto spesso dell’importanza, nella vita di ogni uomo, del viaggio. Un po’ troppo sottovalutata è, invece, l’importanza che nel percorso di ciascuno ha il cammino. La strada che percorriamo, che spesso si interseca con quella di altri, ci segna, determinando il nostro carattere. E proprio al tema del cammino è dedicata l’87esima edizione di Pitti Immagine Uomo, la kermesse fiorentina dedicata al mondo della moda uomo, che si terrà nel capoluogo toscano dal 13 al 16 gennaio. E’ opportuno precisare che il cammino a cui si fa riferimento al Pitti non è inteso soltanto metaforicamente parlando. Camminare è uno stile di vita, un inno alla vita sana, a certi sport outdoor che richiedono anche una specificata tipologia di abbigliamento. Con ripetute citazioni al Cammino…

Pochette: l’eleganza in tasca

Canali

Potete stare certi di una cosa. Non troverete mai un uomo insicuro che abbia nel taschino della giacca una pochette. Troppo grande, troppo vistosa, attirerebbe gli sguardi degli altri, cosa da cui gli insicuri rifuggono sempre. Il fazzoletto da taschino è un accessorio fondamentale per un uomo di stile, per un uomo sicuro di sé, che sa distinguersi per classe ed eleganza. Alcuni credono che per indossarlo sia necessario non avere la cravatta, altri credono invece che per farlo sbucare dal taschino sia necessario, invece, averla. Non è così. Né in un caso né nell’altro caso, la pochette è un accessorio a parte, un accessorio che fa la differenza. Si può indossare con l’abito, così come con una giacca sportiva o con il blazer casual…

Il valore del mestiere

LogoFCMA

Il valore del mestiere Elementi per una valutazione dell’eccellenza artigiana Alberto Cavalli con Giuditta Comerci e Giovanna Marchello prefazione di Stefano Micelli Marsilio Editori Riflettere sulla maestria artigianale, pensare ad analizzarla e valorizzarla, è vitale per comprendere origini e futuro dell’autentico Made in Italy, dietro il quale c’è il lavoro nobile dei maestri d’arte. Un lavoro da conoscere e condividere perché tutta questa bellezza diventi riconoscibile, apprezzata, comunicata. Con questa ricerca, sviluppata da Alberto Cavalli con Giuditta Comerci e Giovanna Marchello su incarico della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, si tenta la sfida di arrivare alla creazione di un format di valutazione dell’eccellenza nel mestiere d’arte. A partire dall’indagine del ruolo imprescindibile del mestiere d’arte nell’eccellenza produttiva italiana, la ricerca costruisce una sorta di matrice…

NODO D’AUTORE: LE CRAVATTE DI E. MARINELLA

Cravatte Marinella dal 1914

E. Marinella ha festeggiato i suoi primi 100 anni di storia: un secolo di stile, moda e imprenditoria che ha portato il “made in Napoli” al collo dei potenti del mondo. Le cravatte di E. Marinella sono infatti, dal 1914, un simbolo di eleganza e di stile, un accessorio indispensabile per tutti gli amanti del ben vestire. Non a caso, Luchino Visconti ne ordinava a bizzeffe, tutte con fondo blu o rosso, sfoderate come foulard, mentre Aristotele Onassis ne comprava dodici alla volta, rigorosamente nere per scoraggiare gli interlocutori e non far mai capire di che umore era. Fondata da Eugenio Marinella in una bottega di appena 20 metri quadrati in Piazza Vittoria a Napoli, l’azienda – che vanta, attualmente, boutique monomarca in molte città…

Uomini con la borsa

Ermenegildo Zegna

Quando si parla di borse, certamente il pensiero corre immediatamente al guardaroba femminile. Sono le donne, infatti, che da sempre usano quest’accessorio per dare carattere al loro look. Un accessorio che, in realtà, non è soltanto un accessorio. E’ un mondo. Da quello che una donna porta dentro la sua borsa, infatti, dalla forma che sceglie, si può capire benissimo che tipo di donna è. E gli uomini? Beh, anche gli uomini avrebbero tutto il diritto di averne una, così eviterebbero di riempire le loro fidanzate di cose che non riescono a tenere dentro le tasche. E se la moda maschile, ormai da qualche tempo, ha sdoganato questo accessorio, portando in passerella borse di ogni tipo, gli uomini fanno ancora fatica ad accettarlo. Perché credono…

CUSTODI DELLO STILE PERFETTO

diewelt

L’ Ordine dei Guardiani delle Nove Porte si consacra al godimento tutto maschile del Lusso. La scorsa settimana si é riunito per filosofeggiare su eleganza, lusso e lasagne. di Max Dax Custodi dello stile perfetto Il termine Lusso non definisce più una condizione, si é trasformato in una sorta di parola contenitore. Si identifica così con il concetto di possesso, mentre dovrebbe significare libertà dalle attività delle quali si possa fare a meno”. Giancarlo Maresca, 49 anni, siede sprofondato su un’antica poltrona italiana e disserta impassibile sulla ricerca del tempo perduto. Un sigaro nella mano sinistra, un aperitivo a base di Dom-Perignon a portata della destra. Maresca, massone di Napoli, é ospite nel soggiorno adorno di quadri del futurismo italiano del fratello massone Franco Forni,…

Brunello Cucinelli l’imprenditore totalmente Made in Italy su Report

brunello_cucinelli

  Dopo aver dato il ben servito al colosso di piumini Moncler con una inchiesta-shock sugli allevamenti di oche, domenica sera Report – la trasmissione di Milena Gabanelli su Rai3 – è tornata a parlare di Brunello Cucinelli presentandolo fra i più ricchi imprenditori della moda (secondo Forbes 1,3 miliardi di euro) e soprattutto come uno dei pochi che produce tutto rigorosamente in Italia e non dove si vende manodopera a prezzi stracciati. RESTARE IN ITALIA NON È DA TUTTI – Report si è recata a Solomeo, nella fabbrica del cashmere di Cucinelli, dopo sette anni dal primo servizio per scoprire che l’azienda ha triplicato il suo personale e oggi conta 1270 addetti. Un successo dopo l’altro ha portato l’impresa corcianese a quotarsi in borsa…

I MILLE VOLTI DEL GESSATO

gessato

di Davide Blasigh Per i nuovi Cary Grant e per le occasioni importanti, il pinstrip diventa l’elemento necessario per un guardaroba ricercato. Lana pettinata, cashmere o flanella nei toni del grigio, del marrone, blu o nero. Ecco il suo lato migliore attraverso 30 idee: perché il celebre pattern non passa mai di moda e continua a vestire i gentiluomini di tutto il mondo Il celebre gessato riporta la memoria agli Anni 30, periodo storico a cavallo delle due guerre dove lo star system hollywoodiano e i potenti del mondo erano i modelli assoluti. Attori, uomini d’affari, gangster americani che lo indossavano con stringate bicolori, ghette e borsalino di feltro. Un esempio fra tutti il mitico Clark Gable, impeccabile nei suoi suits, trasformato in un’icona di…

Montezemolo e l’addio alla Ferrari: “Dagli Agnelli mi sarei aspettato un grazie in più”

montezemolo addio ferrari

Ospite a Porta a Porta, l’ex presidente del Cavallino è tornato a parlare della sua storia in Rosso: “Vinto 14 mondiali in 15 anni, ma serve aprire un nuovo ciclo. Non mi sono piaciuti i modi dell’addio” Luca Cordero di Montezemolo (Ap) Roma, 15 ottobre 2014 – Da lunedì non è più presidente della Ferrari, la casa in cui ha vissuto per 29 anni (di cui 23 da presidente) da quando, nel 1973, era entrato come assistente di Enzo Ferrari. Il nuovo targato Marchionne è partito da pochi giorni e Luca Cordero di Montezemolo continua a commuoversi quando parla della sua esperienza al Cavallino: “L’addio alla Ferrari è avvenuto un po’ in fretta in relazione al grande appuntamento con la quotazione di Ferrari-Chrysler alla borsa…

CESARE ATTOLINI: SIMBOLO DELLO STILE ITALIANO

Attolini

  “Un buon sarto non è altro che un artigiano che fa vestiti imperfetti per corpi imperfetti”… Vincenzo Attolini sapeva bene di cosa parlava, perché fu lui negli anni ’30 a riscrivere le regole dell’eleganza maschile, inventando lo stile napoletano, cioè un modo particolare di intendere la sartorialità e interpretare l’eleganza. Si deve, infatti, al geniale sarto Vincenzo Attolini la creazione della famosa giacca “a mappina” (“straccio” in dialetto napoletano), con cui si contravveniva per la prima volta alle rigide regole imposte dallo stile inglese. L’idea di Vincenzo Attolini era di creare una giacca leggera, morbida e confortevole al pari di una camicia: tolse, così, le imbottiture, le spalline, la fodera e diede vita ad una giacca del tutto destrutturata, ma di grande vestibilità, che,…

BARBOUR, IL GIACCONE IMPERMEABILE CHE HA FATTO STORIA

gentleman barbour

“L’abbigliamento migliore per il tempo peggiore”, così recitava un vecchio slogan pubblicitario dedicato al Barbour, il celebre giaccone cerato assurto a simbolo dell’abbigliamento casual in tutto il mondo. Dovunque voi siate, infatti – in campagna per una passeggiata o per una battuta di caccia, al mare o al lago per l’attività di pesca oppure in città a fare shopping- se indossate un Barbour sarete sempre giudicati come persone di buon gusto, attente allo stile e rispettose delle tradizioni. Non conosciamo il nome dell’inventore di questo geniale capo d’abbigliamento, ma le prime notizie a nostra disposizione si riferiscono a John Barbour, che nel 1894 fonda a South Shields, città nel nord-est dell’Inghilterra, la “J.Barbour & Sons, Tailors and Drapers” per produrre cappotti e giacconi impermeabili, adatti…

BURBERRY: IL TRENCH DIVENTATO ICONA

casablanca (film)

Pochissimi nomi di brand sanno essere evocativi come quello di Burberry. Diciamo “Burberry” e pensiamo subito al trench coat con fodera tartan, che con oltre un secolo di storia alle spalle continua a sedurre uomini e donne di tutto il mondo. Anche se i primi impermeabili si devono allo scozzese Macintosh (che li brevettò nel 1823), spetta a Burberry il primato per aver creato un capo dal tessuto impermeabile, che fosse anche comodo e leggero da indossare. Fu Thomas Burberry, infatti, a ideare nel 1880 il gabardine, il tessuto che ha rivoluzionato l’abbigliamento da esterno, grazie alla sua trama diagonale talmente fitta da risultare antivento e antipioggia. E fu Thomas Burberry, nel 1901, a ottenere dall’esercito inglese l’incarico di produrre i trench coat – letteralmente…

CRAVATTE & DINTORNI

cravatte e dintorni

Questi post sono pubblicati per gentile concessione di Gentleman Parisien e i testi originali sono disponibili all’indirizzo: http://parisiangentleman.it/academy/ LA “QUESTIONE” DEL LEMBO MINORE DELLA VOSTRA CRAVATTA Hugo JACOMET9 MAI 2012 Gentlemen, qualche settimana fa ho condiviso con voi un video interessante (potete trovarlo a questo link: Knot it like an Italian) che andava a sovvertire certe abitudini in materia di cravatta, in linea, peraltro, con quanto consigliato da Michael Drake in un altro articolo pubblicato nelle nostre colonne: “La lunghezza della vostra cravatta è importante. Nel migliori dei mondi possibili, l’estremità della vostra cravatta dovrebbe sfiorare l’alto della vostra cintura e le due estremità dovrebbero avere la stessa lunghezza. Se questo non è realizzabile, è decisamente meglio che il lembo più piccolo (“the tail”) sia…

Galateo moderno abbigliamento maschile

62712ValRicci0599Web.2

A cura di Ivan Mercolini L’abbigliamento Parliamo ora di abbigliamento, di eleganza. Il modo di vestire deve essere personalizzato alla vostra persona, parla di voi. Quindi dovete sentirvi a vostro agio in un certo abbigliamento, perciò non seguite i dettami della moda del momento, né indossate particolari indumenti perché hanno una firma prestigiosa. Siate emancipati e portate ciò che vi fa stare a vostro agio, che si addice al vostro carattere e stato d’animo predominante. Le regole principali per i gentiluomini sono le seguenti: a. Non si indossa una camicia a scacchi con una giacca a righe e viceversa; b. Il foulard ta taschino non deve avere lo stesso colore della cravatta; c. Il nodo alla cravatta, a prescindere dallo stile, deve essere di media…